Il contenuto di questa pagina richiede una nuova versione di Adobe Flash Player.

Scarica Adobe Flash Player

facebooktwittergoogle_pluspinterestmail

2014-08-23 13.41.29

Le mazzancolle sono dei crostacei tipici del Mar Mediterraneo. Questa specie ha una carne pregiata e dal sapore delicato, oltre ad avere un aroma gradevole e fine.

Come valorizzare questo crostaceo e non cucinarlo in maniera scontata? Ci sono diverse possibilità, ma con una ricetta originale potrete stupire i vostri commensali rendendo davvero gustoso le mazzancolle.

Le mazzancolle al cocco sono una ricetta esotica e afrodisiaca, ideale come antipasto per una cenetta romantica, ma altrettanto valido come antipasto di una cena estiva. Occorre davvero pochissimo tempo e la procedura è semplicissima.. Basterà solo impiegare un po’ più di tempo nello sgusciare le mazzancolle fresche, anche se in commercio è possibile reperirle già sgusciate, sia nella vostra pescheria di fiducia, sia come prodotto surgelato.

Le mazzancolle al cocco saranno croccanti al punto giusto, donando un gusto alternativo a questo piatto, ed il sapore delicato di questi crostacei sarà valorizzato dal contrasto con la dolcezza della farina di cocco.

Potrete accompagnare le mazzancolle al cocco con le salse che più gradite, ma io vi consiglio di preparare una maionese senza uova, dal gusto che più preferite, anche se in questo caso vi consiglio la maionese senza uova all’aglio e alla paprika.

 

Ingredienti:

 

– 1 kg di mazzancolle, se fresche; 700 gr, se surgelate e già prive della testa.

– 300 gr di farina tipo “00”;

– 200 gr di farina di cocco;

– 3 uova;

– Sale, q.b.

– 1 litro di olio di semi;

 

Per preparare le mazzancolle al cocco, iniziamo dalla pulizia dei crostacei: eliminiamo le teste esercitando una leggera pressione con le mani tra la testa e il corpo, successivamente strappiamo le zampette ed eliminiamo il guscio, avendo l’accortezza di non strappare la coda.

A questo punto prepariamo tre piatti fondi e versiamo rispettivamente all’interno: farina tipo “00”, uova e la farina di cocco. Sbattiamo le uova e saliamole a piacere e procediamo con la panatura delle mazzancolle.

Passiamo ogni crostaceo nella farina tipo “00”. Una volta infarinate, immergiamo le mazzancolle nelle uova sbattute ed infine passiamole nella farina di cocco.

In una pentola con bordi alti facciamo scaldare l’olio di semi e testiamo che sia ben caldo con la punta di uno stuzzicadenti: nel momento in cui si osserva una sorta di “effervescenza” intorno alla punta, l’olio è pronto. A questo punto immergiamo le mazzancolle nell’olio bollente e lasciamole friggere per circa un minuto, avendo l’accortezza di friggerne poche alla volta in modo che l’olio mantenga una temperatura corretta e costante. Una volta trascorso questo arco di tempo e le mazzancolle risultano belle dorate, preleviamole, con una pinza o qualsiasi altro strumento che avete a disposizione, e lasciamole scolare in un vassoio rivestito con carta assorbente.

Le mazzancolle al cocco sono pronte per essere servite, come antipasto, ma anche come secondo piatto dal gusto esotico e raffinato!

 

Curiosità

 

Le mazzancolle contengono circa il 15% di proteine, mentre risultano basse le percentuali di glucidi e grassi. Data la scarsa presenza di grassi, è modesto anche l’apporto energetico, che resta al di sotto delle 100 kilocalorie. È notevole invece l’apporto di fosforo, calcio, ferro e le vitamine del complesso B tiamina, riboflavina e niacina. Il contenuto di colesterolo si aggira invece sui 150 mg per 100 grammi.

Per l’ottimo valore delle sue carni e per la loro grande versatilità gastronomica, le mazzancolle si prestano ad una notevole quantità di ricette.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

facebooktwittergoogle_pluspinterestmail
Scegli la tua lingua
Categorie
Archivi