Il contenuto di questa pagina richiede una nuova versione di Adobe Flash Player.

Scarica Adobe Flash Player

facebooktwittergoogle_pluspinterestmail

2014-08-16 13.00.54~2

Le tagliatelle, o fettuccine, sono una pasta all’uovo tipica del centro e del nord Italia.
Il loro nome deriva dal verbo “tagliare” o “affettare”, poichè si ottengono stendendo la pasta in sfoglia sottile e tagliandola, dopo averla arrotolata.

Le misure della vera tagliatella di Bologna cotta corrispondono a 8 millimetri di larghezza, equivalenti a circa 7 mm da cruda. Lo spessore non è stato stabilito con precisione, in ogni caso deve essere compreso tra i 6 e gli 8 decimi di millimetro.

i condimenti da abbinare alle tagliatelle variano a seconda delle regioni. In Emilia – Romagna il tipico condimento da abbinare a questo tipo di pasta è il ragù bolognese, ma possono essere usati condimenti diversi come prosciutto, sugo di pomodoro, funghi di bosco, tartufi, frutti di mare, piselli ed altri ancora.

Ingredienti:

– 300 gr di farina tipo “00”;

– 3 uova;

– Sale fino, q.b.

Per impastare, aiutiamoci con una ciotola capiente, nella quale setacciamo la farina, aggiungiamo un pizzico di sale fino e le uova. Iniziamo a lavorare tutti gli ingredienti con le mani fino ad ottenere un impasto omogeneo.

 

A questo punto trasferiamo l’impasto su un ripiano leggermente infarinato e continuiamo a lavorarlo per altri 15 minuti fino a quando non raggiunge una consistenza liscia ed elastica; formiamo una palla ed avvolgiamola nella pellicola trasparente. Lasciamo riposare l’impasto a temperatura ambiente per almeno mezz’ora, dopodichè lo dividiamo in due parti, in modo da riuscirlo a stendere più facilmente.

 

Sulla superficie infarinata cominciamo a stendere con un mattarello fino ad ottenere una sfoglia sottile. Ripetiamo la stessa operazione con l’altro mezzo panetto di pasta all’uovo e lasciamo asciugare le sfoglie ottenute per qualche minuto.

 

Una volta asciutta, arrotolare la sfoglia su se stessa e tagliarla in fettine larghe 1 – 2 cm. Allarghiamo le tagliatelle su un piano asciutto, infariniamole leggermente e lasciamo asciugare per qualche ora prima della cottura.

 

E’ possibile conservare le tagliatelle per un giorno al massimo in frigorifero, ricoperte da un canovaccio. L’alternativa sarebbe quella di congelarle e farle scongelare in frigo prima di cuocere, ma questa seconda opzione la sconsiglio se volete assaporare un prodotto fresco e lavorato a mano.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

facebooktwittergoogle_pluspinterestmail
Scegli la tua lingua
Categorie
Archivi